Descrizione

L’attività formativa si propone di fornire il Corso di Aggiornamento per poter continuare a svolgere direttamente i compiti del servizio di prevenzione e protezione in seno alla propria azienda, come da art. 34 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i. Il corso è pertanto, obbligatorio ai sensi del D.lgs. 81 del 2008 e del Provvedimento Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e del 25 luglio 2012 ed è conforme al D.lgs. 106/2009.

Obiettivi

L’attività formativa si propone di fornire il Corso di Aggiornamento per poter continuare a svolgere direttamente i compiti del servizio di prevenzione e protezione in seno alla propria azienda, come da art. 34 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i. Il corso è pertanto, obbligatorio ai sensi del D.lgs. 81 del 2008 e del Provvedimento Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e del 25 luglio 2012 ed è conforme al D.lgs. 106/2009.

Destinatari

Il corso di Aggiornamento sulla sicurezza si rivolge ai Datori di Lavoro che svolgono direttamente i compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione (DL SPP) di aziende a rischio basso ed è valido come aggiornamento periodico ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, repertorio atti n. 223/CSR.

Programma

  • Approfondimenti tecnici – organizzativi e giuridico normative:
  • La sicurezza e il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.;
  • Obblighi e responsabilità delle principali figure richiamate dal D.Lgs. 81/2008: Datore di Lavoro, Dirigenti, Preposti e Lavoratori;
  • La valutazione dei rischi per la sicurezza;
  • La formazione dei lavoratori, preposti e dirigenti: i recenti Accordi Stato-Regioni;
  • La sicurezza negli appalti;
  • La gestione in sicurezza delle emergenze;
  • I contenuti del documento di valutazione dei rischi previsti dal D.Lgs. 81/2008;
  • Metodologia di valutazione dei rischi per la sicurezza.

Docenti

Tutti i docenti dei corsi hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro e sono docenti qualificati ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013.